Gonartrosi, bene combinazione di viscosupplementazione con acido ialuronico e terapia ad onde d’urto

Uno studio di recente pubblicazione su Medicine (Baltimore) ha documentato la superiore efficacia della terapia ad onde d’urto (EPSW) combinata con iniezione intra-articolare di HA rispetto alla sola viscosupplementazione (VS) in pazienti affetti da gonartrosi.
Lo studio, di disegno retrospettivo, andrà ora confermato da nuovi studi prospettici che siano in grado di verificare l’efficacia a lungo termine di questa nuova modalità di trattamento rispetto alla sola VS.

Razionale e obiettivi dello studio
Esistono in letteratura molti studi clinici che hanno valutato l’efficacia della terapia ad onde d’urto (EPSW) o della terapia infiltrativa con acido ialuronico (HA) nel trattamento della gonartrosi e, in entrambi i casi, le due modalità di intervento terapeutico, prese singolarmente, si sono rivelate inefficaci per alcuni pazienti.

Non esistevano fino ad ora, invece, studi clinici sull’effetto della combinazione tra la EPSW e la viscosupplementazione con HA nel trattamento della gonartrosi.
Di qui il nuovo studio, avente un disegno retrospettivo, che ha cercato di colmare il gap, proponendosi di valutare se la nuova modalità di intervento proposta fosse in grado di consentire il raggiungimento di outcome di efficacia più promettenti.

Disegno e risultati principali
Lo studio ha analizzato retrospettivamente i dati relativi a 70 pazienti affetti da gonartrosi. Di questi, 35 sono stati sottoposti a trattamento di combinazione (EPSW+HA) (gruppo di trattamento attivo), mentre gli altri sono stati sottoposti solo a VS con HA (gruppo di controllo).

I pazienti di entrambi i gruppi erano stati sottoposti al trattamento assegnato per un totale di 8 settimane. L’outcome primario era misurato su scala VAS (Visual Analogue Scale), mentre quelli secondari sono stati misurati su scala WOMAC (Western Ontario and McMaster Universities Osteoarthritis Index) e mediante punteggio KOOS (Knee injury and Osteoarthritis Outcome Score).

Da ultimo, è stata effettuata un’analisi degli eventi avversi (AE). Tutti gli outcome sono stati misurati prima e dopo il trattamento.

Dall’analisi dei dati è emerso, in estrema sintesi che i pazienti del gruppo sottoposto a terapia di combinazione, dopo il trattamento, mostravano un miglioramento del punteggio VAS (p<0,01), dei punteggi sulle scale WOMAC relativi a diversi domini (dolore: p<0,01; funzione: p<0,01 e rigidità articolare: p<0,01) e dei punteggi KOOS (dolore: p<0,01; performance svolgimento attività quotidiane: p<0,01; sintomatologia: p<0,01; sport e ricreazione: p<0,01 e qualità della vita: p<0,01) di entità maggiore rispetto a quanto osservato nei pazienti sottoposti solo a VS con HA. Inoltre, non sono state registrate differenze significative tra gruppi in termini di eventi avversi. Limiti e implicazioni dello studio
Nel commentare i risultati, i ricercatori hanno sottolineato come il loro lavoro sia stato il primo, a loro conoscenza, ad aver valutato l’efficacia e la sicurezza della combinazione tra la terapia ad onde d’urto e la viscosupplementazione con HA nel trattamento dei pazienti affetti da gonartrosi, suggerendone la superiorità rispetto alle due opzioni prese singolarmente.

Al contempo, però, non hanno sottaciuto il limite metodologico intrinseco principale dello studio (disegno retrospettivo), che potrebbe aver aumentato il rischio di bias.
Di qui la necessità di condurre, al più presto, nuovi studi (questa volta di disegno prospettico e randomizzato ab initio), per confermare quanto osservato.

Bibliografia
Liu S-C et al. Therapeutic efficacy of extracorporeal shock wave combined with hyaluronic acid on knee osteoarthritis. Medicine (Baltimore). 2019 Feb; 98(8): e14589
Leggi